L'IMPEGNO - Associazione o.n.l.u.s.

I nostri progetti

ACQUA POTABILE

L'acqua è un bene comune che appartiene a tutti gli abitanti della Terra. A nessuno, individualmente o come gruppo, è concesso il diritto di appropriarsene a titolo di proprietà privata. L'acqua è patrimonio dell'umanità. La salute individuale e collettiva, l'agricoltura, l'industria e la vita domestica sono profondamente legate ad essa.
La vita nei villaggi si basa su di una agricoltura di sopravvivenza, praticata nel breve volgere della stagione delle piogge, da giugno ad ottobre, con l'obiet-tivo di produrre miglio e qualche altro cereale da immagazzinare nei tipici granai di paglia per il so-stentamento della famiglia nel corso dell'anno. Si pratica un allevamento di polli o capre o vacche nella misura in cui è disponibile un po' di foraggio ed una piccola pesca negli stagni dove si conserva l'acqua piovana per tutto il periodo di siccità (da ottobre a giugno senza piogge intermedie). Lacqua di questi stagni è anche quella che si beve [al massimo fil-trata da un sottile diaframma di terreno superficiale che si ottiene scavando a mano un pozzo a poca di-stanza dallo stagno stesso), con tutto il suo conte-nuto di micro e macrorganismi, e che viene usata per ogni necessità. Le caratteristiche igieniche di quest'acqua sono tanto malsane che l'acqua stessa è il veicolo principale attraverso il quale si contrag-gono la dissenteria, il tifo e molte gravi parassitosi che seminano la morte e le sofferenze più crudeli soprattutto fra i bambini. Abbiamo direttamente osservato durante nostre missioni che le cose vanno molto meglio dal punto di vista sanitario in quei villaggi che hanno la fortuna di avere un pozzo, da cui ogni famiglia può attingere quei 10/15 litri d'acqua al giorno per le minime necessità alimentari ed igieniche.

Al momento attuale (2019), la nostra associazione ha realizzato cinque pozzi per l'estrazione di acqua potabile in altrettanti villaggi isolati nella savana, permettendo alla popolazione un approvvigionamento idrico corretto e salutare. Con solo € 9.000 è possibile realizzare un pozzo.

 

ADOZIONI A DISTANZA

Con il sostegno a distanza è possibile garantire, ad un bambino o ad una bambina in condizioni di emarginazione sociale, la possibilità di accedere all'istruzione scolastica (in Burkina anche la scuola primaria statale è a pagamento) e di avere un pasto al giorno.

L'associazione ha in attivo l'adozione di 62 bambini. Con € 150 si garantisce la frequenza a scuola ed un pasto al giorno per un anno ad un bambino del Burkina Faso.

Adotta un bambino compilando questo modulo e facendolo pervenire all'Associazione tramite posta o email.

 

OCULISTI-OTTICI

Il progetto Oculisti-Ottici ha portato alla creazione presso l'ospedale di Nanoro, retto da padri camilliani, di un centro di chirurgia oculistica e di un laboratorio di ottica. Nel gennaio del 2016, è stato inaugurato alla presenza del presidente dell'associazione e dei membri dell'ultima missione, un reparto per il trattamento chirurgico di patologie oculari con annesso un ambulatorio per controlli oftalmologici ed un laboratorio per l'esecuzione di occhiali su misura. Il reparto comprende due sale operatorie, un ambulatorio per visite e controlli, una saletta di sterilizzazione, una saletta di anestesia, un laboratorio per ottici. Nel corso di una delle ultime missioni, sono stati effettuati: 490 controlli optometrici, 252 consulenze oftalmologiche, 129 interventi chirurgici. Sono stati forniti: 249 occhiali da vista, 500 occhiali da sole, 100 occhiali premontati. Per realizzare questo progetto, impegnativo sia da un punto di vista organizzativo che economico, la nostra associazione si è avvalsa del contributo di aziende specializzate, di privati cittadini, di commercianti del settore. In questo modo siamo riusciti ad inviare in Burkina una grande quantità di materiale sanitario per interventi di oculistica e per la realizzazione di occhiali con lenti correttive. Contiamo di aiutare la popolazione locale a combattere le patologie della vista, molto diffuse e difficilmente risolvibili altrimenti per mancanza di centri specializzati e per l'indigenza in cui vive questo paese, che è, lo ricordiamo, uno dei più poveri del mondo.

Guarda il diario di quello che abbiamo fatto e stiamo facendo

 

Guarda questo video che illustra la nostra missione umanitaria

 

Il contesto in cui operiamo. Testimonianza del dott. Gino Cappone.

 

Sostieni i nostri progetti

Aiutaci donando all'associazione il 5 per mille in occasione della prossima dichiarazione dei redditi.
Per farlo indica il codice fiscale dell'Associazione L'IMPEGNO O.N.L.U.S:
C.F. 92012930548
Oppure puoi fare una donazione tramite bonifico sul nostro conto corrente.
IBAN: IT 71 K 01030 38480 000001460344